Settimana di pittura di paesaggio nel sud della Sicilia!

Scusate per lo scarsa frequenza di aggiornamento del blog, ma in queste settimane sono concentrato sulla mostra che farò ad ottobre, e il tempo manca veramente per riordinare ogni tanto le idee…

Sono appena tornato da una settimana in cui ho dipinto dei paesaggi nella zona di Agrigento, precisamente a pochi chilometri da Palma di Montechiaro.
E’ venuto anche il mio amico Nathan Sowa, pittore americano ma attualmente residente in Svezia.
Nathan è un pittore da cui ho imparato moltissimo, soprattutto la disciplina e il rigore del disegno e la capacità di osservare i toni di un dipinto (il grado di luminosità di una zona rispetto un altra, cioè quanto è scuro o chiaro una parte in relazione alle altre). Mi segue e mi dà consigli da 2 anni, e potere dipingere gli stessi soggetti mi ha fatto apprezzare quanto può essere diverso un approccio rispetto ad un altro .Proprio queste differenze sono interessanti e arricchiscono la mia esperienza.

Siamo stati ospiti di una meravigliosa struttura, Mandranova, dove riposarci dopo intense giornate di pittura. Un posto dove la bellezza ti travolge e i padroni di casa ti fanno sentire in famiglia. Lo consiglio di cuore a chiunque si trovi a poter passare nel sud della Sicilia.

Ho cercato di dipingere dei quadri per la mostra che terrò ad ottobre, alla quale sto lavorando ormai da qualche mese.

Abbiamo girato molto la zona e la scelta è stata difficile, ovunque ci girassimo c’erano scenari incantevoli: da vigneti a campi di frumento che si perdevano a vista d’occhio, da colline su cui si erigevano castelli centenari alla valle dei templi, a spiagge di sabbia incontaminate.
La cosa che mi ha più impressionato è infatti stata
la grande varietà di paesaggi, e questo penso sia il sogno di ogni pittore paesaggista. Svegliarsi ogni giorno e trovarsi in zone così diverse e affascinanti è molto stimolante.
Ho avuto la fortuna di potermi confrontare con qualcuno che per la prima volta era in Sicilia e devo dire che Nathan era letteralmente entusiasta di quello che vedeva. Soprattutto il clima di storia che si respira: da bagli antichi a monumenti a vigneti: tutto ti parla del trascorrere del tempo.

Ecco alcune foto del viaggio.

Palma di Montechiaro, Veduta del duomo da un stradina.
Nathan e un curioso osservatore: è stato in questa posizione una ventina di minuti, poi è andato via senza dire una parola… :-)

I nostri cavalletti in una zona della valle dei templi, vicino ad Agrigento

La mia tavola dopo circa un ora, studiando la composizione e le linee principali del quadro…

Il castello di Palma di Montechiaro, sembra venire da una fiaba…

antico baglio abbandonato di fronte a Mandranova

tramonto su Mandranova

uliveto sempre nell’agriturismo in cui siamo stati, Mandranova



Nathan e e il suo “assetto” da pittore: sedia in legno presa in prestito dai propietari del Mandronova, masso di circa 30 chili spostato ad hoc per tenere i piedi in posizione comoda, box in legno praticissimo in cui mescolare i colori e tenere una tavoletta di legno su cui dipingere 



Casa di un fattore nei pressi di Naro

Stanza ricovero attrezzi del fattore

Strada ad S

Campagna sul golfo di Licata

Campi di grano

Io che dipingo nella valle dei templi ad Agrigento (il cappello e il cappuccio a causa del vento..:-))

Il castello di Palma di Montechiaro

Casa abbandonata

Il castello di Palma visto da una campagna (dove il proprietario ci ha gentilmente concesso posteggio e bibita rinfrescante)

Rispetto al viaggio che ho fatto l’anno scorso in Toscana i paesaggi erano molto diversi. Mentre in Toscana infatti si vedevano posti straordinariamente belli, eleganti e “uniformi”, in Sicilia il paesaggio è più selvaggio, pieno di contrasti. A Baratti infatti il verde dominava in tutti i suoi toni, e la luce era delicata e avvolgente; in Sicilia invece più “aspra”, e il verde si alterna a ocre e terre di color intenso.

Ho fatto una decina di studi su tavola, ora sto cercando sulla base di essi di realizzare dei quadri di medio-grande formato. Alcuni spero possano far parte della mostra che terrò in ottobre da Elle Arte, a Palermo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *