Escursioni di pittura en plein air

“Il pittore Luca Raimondi organizza escursioni dove dispensa utili consigli per imparare le specificità che richiede la pittura di paesaggio…”

da “101 cose da fare in Sicilia almeno una volta nella vita”
Daniela Gambino, Newton Compton Editori, 2014

Organizzo una volta al mese un escursione di pittura dove condividere la passione per la pittura en plein air e imparare le specificità che richiede la pittura di paesaggio.
Dipingere all’aperto richiede competenze specifiche, per semplificare e affrontare velocemente i cambiamenti di luce.
Dipingo circa la metà del mio tempo all’aperto “en plein air”. Dipingere all’aperto sul campo è una delle meraviglie della pittura, un esperienza che si può solo provare per capirla.

Come funziona?
Ti iscrivi comunicandomi la tua mail;
tre giorni prima della data prevista mando una mail a tutti gli iscritti con le informazioni del luogo, orario e giorno dell’escursione;
se interessato e disponibile,  confermi la tua presenza rispondendo all’email;
mando una mail di conferma ai partecipanti, dove indico un punto di ritrovo e un orario;
andiamo a dipingere!

Come si svolge?
Le escursioni si svolgono nella zona di Palermo, ma spesso dipingo anche nella zona di Tindari (vicino Patti), o vicino Cefalù (nelle Madonie).
La struttura della giornata è flessibile ma una tipica potrebbe essere:
incontro ore 8.30
sul luogo pronti alle 9.00
mia dimostrazione 9.00 – 10.00
10.00 – 12.00 dipingete voi e io giro criticando i lavori , dando singolarmente suggerimenti personalizzati in base al livello di ciascuno
12.00 – 12.30 critiche finali, relax!
ritorno al punto di incontro, buon lavoro a casa per applicare quello che si è imparato, e alla prossima escursione!

A chi è rivolto e chi può farlo?
Se sei principiante, anche se non hai mai disegnato, si comicia dal disegno e dai principi base, per esempio come funziona la luce e la forma.

Se già dipingi, ma non hai mai provato la pittura en plein air, puoi imparare le specificità della pittura di paesaggio.

Se già hai esperienza, puoi avere l’obiettivo di passare ad un livello successivo. Data la conoscenza dei principi di fondo della pittura, posso spiegarti la mia esperienza o insegnarti il mio metodo personale.

Cosa si impara?
Il senso delle lezioni è dare consigli a chi vuole cominciare o perfezionare la propria pittura ad olio. Affiancarti, stabilire un percorso serio di miglioramento, un ritmo di lavoro costante fanno risparmiare tempo e danno motivazione per poi diventare autonomi.

Argomenti delle conversazioni e delle critiche possono essere tra gli altri:
– prospettiva atmosferica

– teoria dei 4 piani di Carlson

– composizione del paesaggio

– studio dei colori e semplificazione della paletta dei colori per mescolare con semplicità il colore che osservo

– modalità di realizzazione di uno studio “en plein air” dal vivo

– modalità di realizzazione di un quadro di grandi dimensioni sulla base di uno studio dal vivo

– uso delle fotografie e loro utilità limitata

– uso degli schizzi per scegliere la composizione più coinvolgente
– materiale per dipingere all’aperto
– altro…

Costi e numero partecipanti
Il numero è limitato a 4 persone, in modo da ricevere ciascuno la massima attenzione.
Il costo è 30 euro ad escursione.
Se la prima lezione non ti convince, ti rimborso per intero la quota!

Materiale Necessario
Il senso di questa lista è di utilizzare materiale di qualità, determinante ai fini di un buon risultato, ma anche economicamente conveniente nel lungo periodo.
Se è la prima volta puoi venire senza materiali, solo con una matita e un block notes, e osservare e capire quali materiali utilizzare e perchè. Quindi acquistarli gradualmente con il tempo e l’esperienza.

Cavalletto da campagna tipo francese (cassetta a cavalletto)

Pennelli: lingua di gatto, sintetici (ottime marche davinci, o tintoretto)
misura 2 due pennelli
misura 6  due pennelli
misura 12 due pennelli
Olio: qualsiasi marca purchè qualità da artisti e non da studenti
Io utilizzo Zecchi, ma anche Winsor e Newton o Rembrandt sono ottime.
La mia paletta è semplice (cosidetta “prismatica”):

una versione “calda” e “fredda” di ciascun colore primario
blu ceruleo
blu oltremare
giallo cadmio medio
giallo ocra
rossa cadmio medio
rosso vermiglione
un bianco e due terre
bianco misto (titanio + zinco)
terra di siena naturale
terra bruciata di siena

Spatola media

Olio di lino o di noce

Supporto: Tavoletta grande 25×35 cm (compensato di pioppo è il migliore) con due mani di gesso acrilico o tela cotone o lino a trama fine (ottima pieraccini gallery)

Carta da cucina in rotolo

Cappello largo

Antizanzare

Acqua in bottiglietta

Solvente naturale o trementina
Se non hai materiale per dipingere all’aperto, ed è la prima volta, non ti preoccupare, seguirai la mia dimostrazione dove nel dettaglio ti illusterò i materiali che utilizzo.

 

Leave a Reply