Grigi con colori complementari – Corso di pittura – nota 35

Last modified on aprile 16th, 2018

tecniche di pitturacolori complementari

Lo studio e l’utilizzo dei grigi ottenuti da colori complementari crea luminosità e interesse in un quadro più di quanto possono fare i grigi mescolati con la tradizionale combinazione di bianchi e neri.

In questa immagine, realizzata dal pittore americano Charles Sovek, è spiegata in modo semplice ed efficace quanto sia importante mescolare i grigi da colori complementari.

colori complementari

 

Il cubo A è dipinto utilizzando del bianco e del nero.

Il cubo B è stato invece dipinto con dei grigi ma aggiungendo un tocco di arancio al grigio chiaro e un tocco di blu ceruleo al grigio scuro. Il cubo acquista una luminosità e una vivacità ben diversa dal cubo A.

Dal cubo C in poi si utilizzano solo colori complementari e non più il bianco e nero.

In particolare il:

  • cubo C è ottenuto da una mescolanza di rosso cadmio chiaro e verde;
  • cubo D da arancio e blu oltremare;
  • cubo E da giallo e viola;
  • cubo F da terra di siena bruciata e blu oltremare.

Il punto importante è che colori complementari si annullano l’uno con l’altro e creano dei grigi meravigliosi. Mescolando colori freddi otterrai dei grigi freddi mentre colori caldi daranno luogo a grigi caldi. Lo studio e l’utilizzo dei grigi ottenuti in questo modo crea luminosità e interesse notevolmente superiore rispetto a grigi mescolati con la tradizionale combinazione di bianchi e neri.

Se vuoi approfondire questi principi e studiare pittura ad olio, puoi seguire gratuitamente il corso in piena autonomia, o se lo desideri, iscriverti al forum per migliorare tramite critiche e suggerimenti personalizzati.

«       »