Come rendere lo sfondo in un dipinto – Corso di pittura – nota 52

Come rendere lo sfondo in un dipinto? Lo sfondo dovrebbe essere dedicato al supporto del primo piano, ed essere neutralizzato per farlo risaltare.

Lo sfondo è un elemento molto facile da sottovalutare, proprio perché in secondo piano rispetto gli elementi in primo piano del dipinto. Se si usano sfondi particolarmente ricchi e colorati penso che si indebolisca il quadro.

Lo sfondo dovrebbe invece essere dedicato al supporto del primo piano, e essere neutralizzato per farlo risaltare. Ciò non vuol dire che non debba avere del carattere o essere affascinante; è possibile, infatti, sempre creare uno sfondo interessante anche se attutito, mitigato. Cerco sempre di mantenere lo sfondo il più neutro possibile perché non deve distrarre e distogliere l’attenzione dal primo piano e dal punto focale del dipinto.

La funzione dello sfondo è quella di supportare il primo piano, non entrare in competizione con esso. Se, infatti, lo sfondo fosse interessante, colorato e coinvolgente quanto il primo piano, non esisterebbe per definizione né il primo piano né lo sfondo. Ciascun elemento in un dipinto è sempre in relazione con gli altri, non esiste in valore assoluto: il primo piano è tale perché rispetto allo sfondo ha qualcosa di più, più enfatizzato, più colorato.

Se vuoi approfondire questi principi e studiare pittura ad olio, puoi seguire gratuitamente il corso in piena autonomia, o se lo desideri, prendere lezioni private per migliorare tramite critiche e suggerimenti personalizzati.